• Seguimi su Youtube
  • Seguimi su Ustream

Salviamo il soldato Lannes!

nov 14, 2013 - scritto da     Categoria : Blog

Care lettrici, cari lettori,

mi interesso da anni del tema delle scie chimiche, uno dei cavalli di battaglia dei tanti idioti che fanno contro-contro-informazione per deridere chi cerca di approfondire temi certamente non facili. Ho sempre cercato di capire, innanzitutto. Per farlo ho partecipato a conferenze con “specialisti” come per esempio Tom Bosco, direttore della rivista Nexus. (Guarda i video della conferenza di Vigevano).

Da quando faccio le mie trasmissioni serali, ho sempre accantonato il desiderio di dedicarne una a questo genere di temi. Ho rimandato perché prima di affrontare questo argomento volevo prepararmi bene, “sfruttando” le conoscenze di persone serie e portatrici di messaggi inconfutabili. Infatti e’ molto semplice dare credito ai contro-contro-informatori. Basta cadere in una delle numerosissime trappole da loro tese ad arte, per vanificare anni di lavoro serio da parte di tanti!

Ebbene, una settimana fa, all’ennesima richiesta di un mio contatto, ho deciso di rompere gli indugi ed organizzare una puntata sulle scie chimiche! Una delle prime persone a cui ho pensato per organizzare gli inviti e’ il giornalista Gianni Lannes. Ho chiesto in rete e, come sempre, in modo fantastico, nel giro di pochi minuti ho ottenuto l’indirizzo e-mail di Lannes. L’ho contattato! Quando l’ho fatto ero già a conoscenza di alcune delle “peripezie” che lo riguardano, ma non ero affatto cosciente del fatto che potesse arrivarmi una risposta, da parte di una collaboratrice di Lannes, che mi ha lasciato di stucco! Ho cercato di approfondire e ho anche chiesto l’autorizzazione a pubblicare lo scambio di messaggi. La collaboratrice , di cui ovviamente non divulgo l’identità, me l’ha concessa e mi ha anche fornito il link di un articolo che racconta una serie INCREDIBILE di attentati, minacce, intimidazioni di vario genere. Insomma, Gianni Lannes e’ rimasto SOLO….talmente solo da aver scelto, per proteggere la sua famiglia, di astenersi dal rilasciare interviste o partecipare a trasmissioni televisive o in rete!

A questo panorama già devastante, si aggiungono altre notizie che riguardano altri “contro-informatori” che sembrano dimostrare (il condizionale solo perché non ho ancora approfondito, e, per il solito discorso delle famose trappole dei contro-contro-informatori, preferisco farlo PRIMA di divulgarle) che la dittatura di cui parliamo da tempo e’ già ben oltre ogni più drammatica immaginazione!

Ecco dunque lo scambio di messaggi con Giovanna (nome di fantasia dell’assistente di Gianni Lannes) e il link all’articolo che vi invito a leggere.

 

Il 12/11/13, SalvoMandara ha scritto:

Salve Dottor Lannes,

non so se lei conosce la mia attività in rete. Gestisco un canale web dal quale facciamo delle trasmissioni che hanno un certo seguito. Certo non confrontabile con quello della TV, ma comunque interessante, soprattutto per la sua qualità (audience molto informata e “partecipante”).

Il canale si chiama “Salvo5.0 channel” e lo trova a questo link: www.youtube.com/salvomandara.

Mi piacerebbe organizzare una puntata sul tema delle scie chimiche. Sarei molto lieto ed onorato di averla come ospite di questa trasmissione.
Nella speranza di ricevere una sua replica, la saluto molto cordialmente.

Salvo Mandara’

Salvo5.0 channel

======================

Buongiorno sig. Mandara!

Per ragioni di sicurezza, dopo aver subito tre attentati, due anni sotto protezione dello Stato, infine privato ingiustamente e senza alcuna motivazione della scorta della Polizia, Gianni Lannes, soprattutto dopo l’ultima minaccia di morte alla sua famiglia, non rilascia più interviste, se non quando lo Stato provvederà nuovamente alla sua protezione. E’ ora che anche gli attivisti della rete e la cosiddetta società civile si attivino concretamente per far proteggere realmente Gianni Lannes.

In ogni caso, grazie per la sua sensibilità!
Giovanna, assistente di Gianni Lannes

===========

Salve Giovanna,

avevo sentito e letto in effetti di quanto lei mi sta, purtroppo, confermando.
Visto che pero’ un articolo si concludeva con la frase “Tutte le minacce subite non hanno avuto su di lui alcun effetto.”, speravo in una risposta diversa.

Devo dirle che Lannes ha tutta la mia solidarietà e mi piacerebbe fare subito qualcosa, sfruttando quel po di visibilità di cui godo….almeno fino a quando anche io, oltre agli insulti, non inizierò a ricevere vere minacce! Ho iniziato da pochi mesi la mia attività di informazione e forse ancora non ho pestato troppi calli, anche se spesso vado giù pesante!

Le chiedo autorizzazione a pubblicare il suo messaggio qui sotto (ovviamente escludendo il suo nome). Vorrei fare un articolo sul mio blog partendo da  questo messaggio come spunto!

Grazie e saluti
Salvo Mandara’

 ==================

D’accordo, ma ometta il mio nome. E rammenti che Gianni Lannes è un bene per l’Italia da preservare concretamente, per il suo patrimonio di conoscenza e la capacità di analisi della realtà, nonché per la temerarietà dimostrata con i fatti per la realizzazione del bene comune. Non è un eroe ma un uomo che ha sfidato il sistema di potere dominante. Ha dato voce agli ultimi, ai senza voce; ha dato visibilità a fenomeni e problemi scottanti. E sta pagando un prezzo elevatissimo per questo impegno civile.

Le invio un link che la invito a leggere: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=attentati+lannes

Giovanna

3170