• Seguimi su Youtube
  • Seguimi su Ustream

Energia

dic 15, 2012 - scritto da     Categoria : Blog

Tutti parlano di Energia. Alcuni senza avere nessua cognizione sull’argomento ma solo perche’ percepiscono che e’ qualcosa davvero importante. Altri hanno qualche cognizione generica e alcune convinzione basate sul sentito dire. Altri ancora conoscono a fondo l’argomento ma per ragioni politiche e di convenienza personale, trascurano volutamente alcuni dettagli per poter dimostrare la loro tesi.

Cominciamo con alcuni luoghi comuni da sfatare:

1. l’Energia nucleare e’ l’unica in grado di fornire tutta l’energia necessaria allo sviluppo del mondo moderno.

2. l’Energia nuclare e’ un’energia pulita e a basso costo.

3. le energie rinnovabili non saranno mai all’altezza di sopperire alle necessita’ sempre crescenti.

Cito solo alcuni fatti certi e incontrovertibili: l’energia nucleare prodotta attualmente rappresenta circa il 6% di tutta l’energia prodotta a livello planetario. Ho scritto 6%, non 50%, ne 30%. Solo il 6%. La quota maggiore e’ rappresentata dall’energia da combustibili fossili (petrolio, gas, carbone) che pesa per circa il 75%.

Tralascio per ora il discorso della pulizia e mi concentro sul concetto del basso costo del nucleare.
Il nucleare si basa sull’utilizzo di una materia prima (Uranio) molto rara e presente solo in alcuni posti del mondo. In Italia non esiste nessun giacimento di uranio e comunque gli esperti dicono che l’uranio disponibile durera’ solo pochi decenni! Il prezzo dell’Uranio e’ passato da 35$/libbra ad oltre 110$/libbra in pochi anni. D’altronde conosciamo la legge della domanda/offerta! E secondo voi, puo’ essere economico l’uranio per noi italiani? La Francia grazie a degli accordi commerciali (chiamiamoli con questo eufemismo, ma in effetti si tratta di atti di forza usando l’arma del ricatto di povera gente) dispone di molto uranio proveniente da stati proveri. Ma siamo sicuri che Mr. Sarkozy fara’ a Silvio un prezzo da amico? Solo perche’ ha sposato l’italianissima Carla? Ma dai….

Parliamo ora di energie rinnovabili. Innanzitutto forse non tutti sanno che le energie rinnovabili tutte insieme (solare termico, solare fotovoltaico, idroelettrico, eolico etc.) rappresentano oggi circa il 20% di tutta l’energia prodotta a livello planetario. Gia’ avete letto bene, 20%. Quindi gia piu’ del triplo rispetto al Nucleare! E il trend di investimenti sul nucleare e sulle energie rinnovabili non fanno che aumentare questo divario.

Secondo voi, perche’ nel Nord Europa ormai da tanti anni hanno deciso che le energie rinnovabili sono al primo posto nei loro investimenti? Non vi fa ridere o arrabbiare che andando in Germania, Svizzera etc., si vedano molti piu’ pannelli fotovoltaici che da noi nonostante il coefficiente di insolazione dei paesi nordici sia molto piu’ sfavorevole del nostro?

Spero che questo primo post possa stimolare la fantasia dei lettori di questo blog. Pubblichero’ nei prossimi giorni una serie di informazioni utili per chi decidesse di diventare produttore di energia pulita. L’obiettivo di quel post sara’ una grande

PROVOCAZIONE:

CERCARE DI CONVINCERE TUTTI I LETTORI CHE: CHIUNQUE CHE ABBIA A SUA DISPOSIZIONE UN TETTO ESPOSTO CORRETTAMENTE E NON INSTALLI SUBITO UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA A PANNELLI FOTOVOLTAICI E’ POCO ATTENTO AI SUOI CONTI (economici) E UN CRIMINALE VERSO L’AMBIENTE, I SUOI FAMILIARI E TUTTA L’UMANITA’

1816