• Seguimi su Youtube
  • Seguimi su Ustream

Benvenuti nel “Truman show” al contrario!

ago 17, 2013 - scritto da     Categoria : Blog

Buongiorno… e casomai non vi vedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte! Quanti di voi non hanno amato/odiato il tormentone che Jim Carrey/Truman Burbank recitava a beneficio di milioni di spettatori americani nel celeberrimo film (1998) di Peter Weir? Cosa pensereste se vi dicessi che questo film rischia di rappresentare, con le dovute correzioni, la storia dell’umanità…diciamo almeno quella degli ultimi 60 anni? Per i pochissimi che non hanno visto il film e che invito a colmare questa lacuna, “The Truman Show” è la storia di un uomo che subito dopo il parto, frutto di una gravidanza indesiderata, fu adottato dalla ricchissima produzione di un colossal: il più “reale” dei reality show mai pensati e prodotti dall’uomo! Truman è l’unico attore inconsapevole, scritturato fin dalla sua nascita, di un reality show in cui tutti gli altri protagonisti, compresi i genitori, gli amici, le fidanzate del protagonista, sono degli attori e in cui milioni di americani, più o meno consapevoli, sono spettatori!

Bene, ora proviamo a fare insieme un esercizio: immaginiamo per un attimo una produzione cinematografica che abbia a disposizione un teatro di posa grande come l’intero pianeta Terra, un cast di miliardi di attori e una platea di miliardi di spettatori! Forse vi state chiedendo quale ultimo ritrovato della scienza degli stupefacenti io sia riuscito a fumarmi stanotte o, più semplicemente, pensate che qualcuna delle mie rotelle si sia messa a girare al contrario, provocando nella mia mente dei danni irreparabili, o infine che io sia affetto, diagnosi molto verosimile, da turbe psichiche border line! Può darsi che una o più di queste ipotesi siano valide. Ma se volete approfondire e aiutarmi a guarire, prima di chiamare un’ambulanza con tanto di camicia di forza, leggete il resto!

Un teatro di posa grande quanto tutto il nostro pianeta e miliardi di attori e miliardi di spettatori, dicevamo. Ecco dove sta la re-ingegnerizzazione del film “The Truman Show” per farlo diventare il NOSTRO film: contrariamente al film in cui c’era un solo attore inconsapevole e qualche migliaio tra attori consapevoli e tecnici vari, nel nostro film la stragrande maggioranza degli attori sono inconsapevoli e, per di più, sono contemporaneamente spettatori! Tutti gli attori sono stati scritturati con un preciso contratto fin dalla nascita. Ogni coppia di genitori con la registrazione e la creazione dell’atto di nascita, ha sottoscritto un contratto con la produzione!

Chi è nel nostro film Christof, il grande regista demiurgo? Beh, capirete che per un cast e una produzione così possente, la regia non può essere affidata ad un solo uomo. E’ necessario che ci sia un gruppo di registi demiurghi composto da molte persone molto illuminate e potenti. Questo gruppo di regia, deve scrivere la trama del film e deve assicurarsi che tutti gli attori (i moltissimi inconsapevoli e i pochissimi consapevoli) recitino le loro parti in modo da non mettere in pericolo la “produzione”!

Ricordate quando il padre di Truman cerca di interagire con il figlio mettendo a repentaglio tutta l’operazione? E che dire della sua prima fidanzata Lauren che in modo ostinato tenta di mettere in guardia Truman che, anche grazie ad alcuni inconvenienti (la caduta accidentale di un riflettore, gli errori di alcuni attori), inizia a sospettare di trovarsi all’interno di una montatura e alla fine riesce a liberarsi!

Ebbene care amiche e cari amici, forse, state cominciando a capire di quale diabolico copione e di quali diabolici registi siamo inconsapevolmente prigionieri! Nel nostro film, il grande regista Christof è impersonato da un gruppo di banchieri, illuminati e ricchi pensatori. Butto giù dei nomi a caso, tanto per condire: Rockfeller, Rothschild, Goldman Sachs, gruppo Bilderberg, Commissione trilaterale, Aspen Institute etc. etc. Chi sono gli attori CONSAPEVOLI e i tecnici che fanno in modo che il copione venga “recitato” correttamente ed evitano problemi? Alcuni politici, alcuni magistrati, alcuni giornalisti, alcuni uomini dei servizi segreti e dell’esercito, etc. etc.

Chi sono i miliardi di attori e spettatori inconsapevoli? Beh, credo che a questo punto la risposta sia molto semplice: tutti noi!

Ora se anche voi vi siete fatti contagiare dalla mia grave malattia, vi starete chiedendo, ma come è possibile che miliardi di persone si facciano “infinocchiare” ed accettino di recitare in questo mostruoso film? Molto semplice! I grandi registi/demiurghi applicano sapientemente tutte le cose che la storia, la più antica, ci ha insegnato nei secoli. La prima regola d’oro è: DIVIDE ET IMPERA! Gli attori devono essere convinti che il mondo (o forse dovremmo dire il cast) sia diviso in buoni e cattivi, italiani ed extracomunitari, settentrionali e meridionali, comunisti e capitalisti, berlusconiani e antiberlusconiani, PDLini e PDini, bianchi e neri, cattolici e musulmani….la lista potrebbe continuare all’infinito! Ci hanno fatto credere che Berlusconi sia il male assoluto. Per carità non voglio dirvi che sia uno stinco di santo, ma cercate di accettare che è solo un attore. Gli è capitato un ruolo piuttosto antipatico, d’accordo, ma è pur sempre un bravissimo attore!

Torniamo un attimo alla trama del film e al suo svolgimento giorno per giorno. Cosa succede se ogni tanto salta fuori un “padre di Truman” o una “Lauren” che decidono di mettere i bastoni fra le ruote di “Christof” e della produzione cercando di svegliare i miliardi di Truman, attori/spettatori inconsapevoli? Semplice: vengono eliminati dal cast. Potremmo quindi dare a questi personaggi dei nomi di fantasia, senza alcun riferimento a persone realmente esistite: Gesù Cristo, John Kennedy, Nikola Tesla, Aldo Moro, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino. Questi sono solo alcuni nomi di fantasia, fate voi un esercizio e provate ad aggiungerne altri alla lista. Nel nostro film talvolta vengono eliminate anche delle cose, non solo delle persone: solo a titolo di esempio, citiamo la canapa e tutti gli altri prodotti naturali (senza o con scarso valore aggiunto) che rischiano di rovinare i piani dei registi! Dicevamo prima che Truman, oltre che grazie a Lauren, inizia ad avere dei sospetti, a causa di alcuni “incidenti” come la caduta di un riflettore, la perdita della sintonia dell’autoradio che gli fa ascoltare per qualche secondo le comunicazioni dei tecnici. Ebbene anche nel nostro film sono avvenuti degli incidenti che hanno rischiato di mettere a repentaglio tutta l’operazione. Citerò solo due esempi molto fantasiosi aggiungendo che il primo dei due in effetti non fu un incidente ma un atto studiato a tavolino: 11 settembre, Ustica! Per fortuna della “produzione”, gli attori/spettatori inconsapevoli sono talmente drogati e ciechi, da non rendersi conto di nulla. E se qualcuno cerca di avvisarli, ecco che viene eliminato o reso inoffensivo o tacciato di “complottismo”.

Non so se state ancora pensando che io sia matto come un cavallo, forse molti di voi lo pensano e hanno ragione. Ma per i pochissimi altri, ove ve ne fossero, vorrei dire che tocca a noi interpretare il ruolo di LAUREN. Non dobbiamo avere paura. E’ proprio la paura che insieme al grande “DIVIDE ET IMPERA”  rendono forti i registi e robuste le invisibili catene con cui hanno reso schiavi inconsapevoli miliardi di persone. Possiamo scegliere di continuare a recitare additando questo o quello come nemico di una parte degli attori, ma qui dobbiamo necessariamente capire che il nostro nemico più grande è il nostro torpore, la nostra ignoranza, il nostro cadere giorno per giorno nel tranello dei tranelli: divide et impera!

Io non sono in grado di stabilire con precisione se tutti o solo una parte dei giornalisti facciano parte del cast consapevole o siano semplicemente degli utili idioti! Certo posso pensare che Santoro sia ben consapevole, tanto da regalare al PD e al PDL in una sola serata di show nello show, diversi punti percentuali di elettorato, che Fede sia un utile idiota che senza bisogno di conoscere le regole del gioco si è prestato per anni ad alimentarne il meccanismo. Credo che molti dei giornalisti intellettualmente schiavi siano solo degli utili idioti, ma alcuni sono certamente ben consapevoli!

Ebbene amiche ed amici miei, se condividete con me questa grande pazzia, allora avete il dovere di affiancarvi a me e ai molti altri attori/spettatori che stanno iniziando a capire questo giochino nella lotta senza quartiere che abbiamo di fronte! Più saranno gli attori/spettatori consapevoli e determinati a rompere le uova nel paniere ai Christof maggiori saranno le speranze che tutti noi, alla fine, riusciamo ad affrancarci e ad uscire dal grande teatro di posa come fece Truman!

Basta con il perdere le nostre energie a sgolarci fra favorevoli alla grazia e favorevoli all’arresto dell’attore Berlusconi, fra gente di sinistra e liberali, fra italiani ed extracomunitari. IMPEGNIAMOCI a rompere il loro giochino….se saremo in tanti, non potranno eliminarci dal copione, ma saranno costretti ad interrompere la produzione in modo da poter riprendere a recitare ognuno liberamente con un VERO libero arbitrio!

Un abbraccio a tutti voi, vi prego interpretiamo tutti la parte di Lauren e trasformiamoci tutti insieme da Truman prigionieri a Truman LIBERI!

7945